Ti racconteremo una storia per rispondere alla domanda "Come iniziarsi ad amare?". 

INTRODUZIONE: NON AMARSI ABBASTANZA

Partiamo dalla storia di Barbara, una ragazza fragile, con un forte complesso di
inferiorità, sensi di colpa, bassa autostima, problemi nel gestire le relazioni
sociali, pessimista, sfiduciata.
Si sentiva inadeguata, diversa dagli altri, pensava di non essere importante
per nessuno. Non lo pensava soltanto, ne era convinta. Da sempre criticata
da genitori molto severi, quando dava il massimo ed otteneva risultati positivi
non riceveva gratificazione, era tutto scontato. I suoi bisogni, le sue emozioni
erano messi in secondo piano.
Barbara, per questa sua fragilità, è anche stata vittima di bullismo all'età di
15 anni, derisa e presa di mira dai compagni soprattutto a livello psicologico.
Un episodio che non ha fatto altro che aggravare la sua mancanza di
autostima.

Come iniziarsi ad amare: il momento di svolta

Ciò che ha permesso a Barbara di voler prendere coscienza delle sue
difficoltà ed affrontarle è stato, innanzitutto, il bisogno di ascoltare le sue
emozioni, le sue necessità soffocate per troppo tempo. Ha iniziato a tirar
fuori molta rabbia, una grande delusione che si è rivelata liberatoria. Da quel
momento qualcosa è iniziato a cambiare in lei.
In quel periodo, ha incontrato un ragazzo, anche lui insicuro ma gentile con
lei. Tutte le volte che lo guardava, soprattutto la prima volta, le sembrava di
vedere la sua immagine riflessa nello specchio. La svolta, per lei, è arrivata
quando ha deciso di superare paure, debolezze, paranoie, fragilità, sfiducia e
bassa autostima per aiutare contemporaneamente quel ragazzo, il suo
attuale fidanzato. Oggi sono felici e liberi insieme.
Isolarsi, fuggire, covare sensi di colpa rappresentano ostacoli da superare. Il
momento di svolta scatta sempre grazie al bisogno di prendere coscienza
del problema senza più nascondersi accettando chi ti tende la mano e vuole
aiutarti. Il secondo step è sviluppare nuove capacità per sentirsi più forte e
sbarazzarsi della paura nel rapporto con gli altri.

Trova il tempo per ritagliarti abitudini piacevoli
quotidiane

Mettere da parte le autocritiche, la paura di ciò che pensano gli altri, la
sfiducia è il primo passo per togliere un po' di zavorra dalla tua vita.
Ti servirà per passare al piano B. Obiettivi: essere gentile con te stesso,
paziente, imparare ad apprezzarti e a chiedere aiuto, accettarti per avere
modo di migliorare.

Devi curarti dentro e fuori, avere cura del tuo corpo, coccolarlo e sentirlo,
svegliarti la mattina e guardarti allo specchio ringraziandoti e volendoti bene
nonostante tutto, perdonando e perdonandoti per liberarti di vecchi problemi.
Piuttosto, usa al meglio il tuo tempo. Concediti uno spazio tutto per te,
ascolta i tuoi bisogni e trova il tempo per te stesso, sia per prenderti cura del
tuo corpo sia per coltivare hobby, per svagarti o fare sport.

Hobby, svaghi, sport: i benefici “scientifici”

Trova il tempo per dedicarti ad attività piacevoli, hobby, svaghi, attività
sportive, fotografia, musica, canto, ballo, giardinaggio, decoupage, ecc.
Scegli tu: può trattarsi di un lavoro manuale, intellettuale, artistico o di un
semplice passatempo legato ad una particolare passione come il
collezionismo.
Diversi studi scientifici hanno dimostrato che hobby ed attività svolte nel
tempo libero influiscono positivamente sullo stato psichico.
In particolare, citiamo uno studio canadese condotto da Iwasaki nel 2006.
Ha dimostrato che esiste una correlazione tra attività creative e di svago ed
una riduzione dello stress. Risultato: le attività nel tempo libero migliorano le
condizioni di salute psicofisica.
Lo studio ha anche rilevato che ad ogni tipo di attività corrispondono benefici
differenti: attività rilassanti e passive abbattono lo stress, svaghi di tipo
sociale e divertimento incidono positivamente sulla salute psicofisica, il
movimento (in particolare, la danza) migliorano notevolmente lo stato fisico,
psicologico e neurologico.
Il movimento accresce la consapevolezza del proprio corpo, stimola la
sensorialità e risveglia un corpo addormentato o parti di esso.
Hobby ed attività piacevoli stimolano l'attenzione, la concentrazione, la
memoria e le capacità cognitive (come l'apprendimento), la sfera emozionale.

PER CONCLUDERE: AMARSI E' LA CHIAVE!

Devi curarti dentro e fuori, avere cura del tuo corpo, coccolarlo e sentirlo,
svegliarti la mattina e guardarti allo specchio ringraziandoti e volendoti bene
nonostante tutto, perdonando e perdonandoti per liberarti di vecchi problemi. Solo così incomincerai ad AMARTI!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *